Subscribe to our mailing list

* indicates required

Temporaneo 2011 | Hans Schabus

22 ottobre 2011  —  22 novembre 2011

Hans Schabus, Appostamento, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria Zero..., Milan Hans Schabus, Appostamento, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria Zero..., Milan Hans Schabus, Appostamento, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria Zero..., Milan Hans Schabus, Appostamento, 2011, Rome. Ph: Sebastiano Luciano. Courtesy the artist and Galleria Zero..., Milan.

Hans Schabus, Appostamento, 2011, UniversitĂ  degli Studi Roma Tre
Appostamento è un intervento espressamente concepito da Hans Schabus per l’Università degli Studi di Roma Tre. L’installazione userà elementi già presenti nello spazio del cortile del Rettorato. Le piante, i fiori, i vasi, gli alberi, che popolano il cortile saranno assemblati dall’artista in una nuova combinazione così da cambiare la percezione della piazza, passaggio di studenti e professori. Attraverso Appostamento, Hans Schabus prosegue la sua ricerca sull’idea di relazione tra il lavoro, lo spazio pubblico, il contesto sociale nel quale, come artista, agisce, attua trasformazioni, dialoga.


Hans Schabus nasce a Watschig in Austria nel 1970. Vive e lavora a Vienna. Nel suo lavoro affronta lo spazio esplorandolo, analizzandolo e riformulandolo da un punto di vista fisico e psichico. Le sue azioni sono frutto di un percorso di studio e osservazione nel quale la storia, la memoria sociale e materiale del luogo con il quale interagisce sono sempre in primo piano. Il rapporto diretto con il contesto nel quale lavora lo conduce ad uno stravolgimento di esso. Lo spazio stesso si fa scultura, assumendo una nuova fruizione, una nuova storia.
Mostre personali (selezionate): The Space of Conflict, Culturgest, Lisbona (2011); Mamma mia, Base, Firenze (2011); Nichts geht mehr, IAC, Villeurbanne (2011); Wohin und Zuruec, Galerie Jocelyn Wolff, Parigi (2010); Die Rocky Horror Hansi Show, Clubblumen, Vienna (2010); Is it the river?, ZERO…, Milano (2009); Demand and Desire, Engholm Engelhorn Galerie, Vienna (2008); Next Time I’m Here I’ll Be There, The Curve – Barbican Art Center, Londra (2008); Deserted Conquest, SITE Santa Fe, Nuovo Messico (2007); Should I leave or should I go…, ZERO… Milano (2006).
Mostre collettive (selezionate): Palazzo Riso, Palermo (2011); Making is thinking, Wiite de With, Rotterdam (2011); SUSPENSE, Suspended sculptures, EX3, Firenze (2011); Alpine Desire, Forum Culturale Austrico, New York (2011); Il Coraggio – Arte contemporanea dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Centro Saint-Bénin, Aosta (2011); 6th Biennale d’Arte Contemporanea, Berlino (2010); Contemplating the Void, Museo Guggenheim, New York (2010); Portscapes, Museo Boijmans van Beuningen, Rotterdam (2010); PastPresentFuture, Kunstforum Bank Austria, Vienna (2009); Fifty Fifty, Kunst im Dialog mit den 50er Jahren, Museo di Vienna, Vienna (2009); Best of Austria, Lentos Kunstmuseum, Linz (2009); Fabricateur d’espaces, Institut d’art contemporain, Lione (2008); Revolutions – Form at Turn, 16th Biennale di Sidney, Sidney (2008); Eurasia. Geographic cross-overs in art, Mart, Rovereto (2008); Hard Rock Walzer, Contemporary Austrian Sculpture, Villa Manin, Codroipo (Udine) (2007); MARTa schweigt, MARTa, Herford (2007); Unterspiel, Blackwood Gallery, University of Toronto, Toronto (2007).


MailFacebook
Newsletter
iten
MailFbTwitterVimeo