Subscribe to our mailing list

* indicates required

Temporaneo 2011 | Flavio Favelli

22 ottobre 2011  —  22 novembre 2011

Flavio Favelli, Supervietato, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria S.A.L.E.S. Flavio Favelli, Supervietato, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria S.A.L.E.S. Flavio Favelli, Supervietato, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria S.A.L.E.S. Flavio Favelli, Supervietato, 2011, Rome. Courtesy the artist and Galleria S.A.L.E.S.

Flavio Favelli, Supervietato, 2011, Ex Vetreria Sciarra
Il lavoro realizzato da Flavio Favelli, che investirà tutta la vetrata dell'entrata della Facoltà di Scienze Umanistiche, sarà un'operazione di recupero della memoria, attraverso un grande collage di manifesti di cinema per adulti usati negli anni ‘70-‘90, alcuni dei quali introvabili e ricercati da collezionisti del genere. Il risultato di questa ricomposizione di un immaginario ormai lontano e desueto sarà un muro affrescato da nomi, parole, loghi, stelline nere di censura, colori, grafiche audaci e veri e propri artifici linguistici in cui convergono le tracce della memoria del nostro paese e del vissuto dell’artista.
Un progetto per L’Ex Vetreria Sciarra, Facoltà di Scienze Umanistiche di La Sapienza, Roma
La parola all’artista:

Alla fine cerco sempre di ricostruire il mio passato che naturalmente è anche quello del mio paese. Raccolgo da tempo cartoline, etichette, francobolli, poster e tutto ciò mi aiuta a rivivere certe immagini che ho da sempre.

Un grande collage che investirà tutta la vetrata dell'entrata della Facoltà di Scienze Umanistiche di manifesti di cinema per adulti usati del periodo anni settanta-novanta.

Una specie di muro affrescato da nomi, parole, loghi, stelline nere di censura, colori, grafiche audaci e veri e propri artifici linguistici: un vero e proprio mondo parallelo.

Ho raccolto più di un migliaio di questi manifesti e ovviamente taglierò molti di questi poster alcuni introvabili e ricercati da collezionisti del genere, ma credo che proporre un grande collage dia forza a questo immaginario ormai lontano e desueto ma per me incredibilmente ricco.



Flavio Favelli nasce a Firenze nel 1967; vive e lavora a Savigno nella provincia bolognese. Ha conseguito una laurea in letteratura persiana presso l’università di Bologna. Ha esposto in importanti spazi pubblici sia in Italia che all’estero. Il suo percorso artistico si sviluppa come indagine sui flussi di esistenza, un recupero dell’esperienza soggettiva riflessa attraverso gli oggetti e gli spazi del quotidiano.
Mostre personali (selezionate): L'Imperatrice Teodora, MACRO, Roma (2011); Sale Interne, Galleria S.A.L.E.S., Roma (2010); Mobilia Essay, American Academy in Rome, Roma (2010); Super Blu, Terme di S. Luca, Bologna; La Rotonda, Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro (2010); Abito vs Habitat, Museo Marino Marini, Firenze (2010); Sala d'Attesa, Opera permanente, Pantheon Certosa di Bologna, Bologna (2008); Terrazzo con Decori, Galleria S.A.L.E.S., Roma (2008); Ambient Tour (con C. Frosi e D. Ligorio), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino (2007); Rosé Royal, Projectspace 176, Londra (2005).
Mostre collettive (selezionate): Temi e Variazioni, Peggy Guggenheim Collection – Venezia (2011); Il Bel Paese dell'Arte, Gamec, Bergamo (2011); A Space without a use, IBID Project, London (2011); The Art of Camo, Cardi Black Box, Milano (2010); Trasparenze, MADRE, Napoli (2010); Spazio: Dalle Collezioni di Arte e di Architettura del MAXXI, MAXXI, Roma (2010); Souvenir d’Italie, No Soul For Sale, Tate Modern, Londra (2010).


MailFacebook
Newsletter
iten
MailFbTwitterVimeo