Subscribe to our mailing list

* indicates required

Alfredo Pirri. RWD – FWD

16 novembre 2016  —  25 gennaio 2017

Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Multimedial Group Krypton, Angeli di luce, 1985 Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni Alfredo Pirri, RWD - FWD. Installation view. Studio Pirri, Rome. Ph. Giorgio Benni

Martedì 15 novembre 2016 alle ore 19.00 inaugura la mostra RWD – FWD ospitata presso lo Studio/Archivio di Alfredo Pirri e promossa da Nomas Foundation.

Curata da Ilaria Gianni, RWD – FWD è la prima tappa del progetto I pesci non portano fucili, titolo scelto dall’artista in omaggio all’opera The Divine Invasion di Philip K. Dick (1981), in cui l’autore immagina una società disarmata e fluida come il mare aperto.

RWD – FWD mette in luce il lavoro di Alfredo Pirri e la sua poetica, rintracciandone le origini e il percorso a partire dal suo archivio personale. La scelta di usare lo studio dell’artista come spazio espositivo nasce dal desiderio di far entrare il visitatore in contatto con un luogo di meditazione, di creazione e di archiviazione.
Una selezione di materiale prodotto e conservato dall’artista, testimonianze e tracce del suo percorso di ricerca, dagli anni Ottanta a oggi, sarà rivelato al pubblico per la prima volta. Bozzetti, note, fotografie, lettere, schizzi, video, documenti inediti, progetti di opere e di incontri, permetteranno allo spettatore di addentrarsi nel processo artistico e intellettuale di Pirri.
La molteplicità e la varietà dei materiali esposti sottolinea come l’attività dell’artista non si sia distinta solo nell’ambito delle arti visive ma anche del teatro, nell’architettura e nella grafica, campi in costante dialogo e spesso inscindibilmente legati nell’opera di Pirri.

Durante tutto il periodo di apertura della mostra, la sede di Nomas Foundation si trasformerà in un vero e proprio laboratorio in cui l’artista lavorerà alla creazione di un’opera di grandi dimensioni. Fino al mese di gennaio 2017 il visitatore potrà osservare il procedere della creazione dell’opera ed essere coinvolto, attraverso una serie di incontri organizzati per l’occasione, nel processo di ricerca creativa. L’opera, che sarà presentata ufficialmente durante il finissage della mostra – presso Nomas Foundation il 25 gennaio 2017, il giorno del sessantesimo compleanno di Pirri – verrà poi esposta nella retrospettiva dedicata all’artista, a cura di Benedetta Carpi de Resmini e Ludovico Pratesi, che inaugurerà nel 2017 nella sede del MACRO Testaccio, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali.

Tappa intermedia tra le due mostre sarĂ  un convegno ospitato dal MAXXI che affronterĂ  il rapporto tra arte e architettura, riflessione fondamentale del percorso di Pirri.
Questo “passaggio di testimone” è indicativo del clima di collaborazione istituzionale e di condivisione progettuale tra diverse realtà culturali romane, pubbliche e private, da cui è scaturita l’intera iniziativa I pesci non portano fucili che si propone come un valido modello di rete culturale fortemente sostenuto dall’artista, in cui ogni tappa sarà autonoma ma in dialogo con le altre.

Ogni domenica la rivista online "Alfabeta2" ospiterà una documentazione di testi, video e audio proveniente dall’Archivio Alfredo Pirri, a cura di Chiara Pirri.

La mostra RWD - FWD è parte del programma Fuori Quadriennale 2016

Scarica il dossier qui


MailFacebook
Newsletter
iten
MailFbTwitterVimeo