Subscribe to our mailing list

* indicates required

A Film Cycle

26 marzo 2011  —  27 marzo 2011

Anja Kirschner & David Panos, A Film Cycle. Ph: WhyWe - Karolyna Szewczyk A Film Cycle, 2011, a project by Nomas Foundation Deimantas Narkevicius, A Film Cycle. Ph: WhyWe - Karolyna Szewczyk Duncan Campbell, A Film Cycle. Ph: WhyWe - Karolyna Szewczyk A Film Cycle. Ph: WhyWe - Karolyna Szewczyk Renzo Martens, A Film Cycle. Ph: WhyWe - Karolyna Szewczyk Renzo Martens, A Film Cycle. Ph: WhyWe - Karolyna Szewczyk

Recounting,
translating,
sharing,
reflecting,
developing,
transforming,
revealing,
disclosing,
enchating.


A film cycle
Un progetto di Nomas Foundation, Roma

A cura di Cecilia Canziani e Ilaria Gianni
Con il patrocinio del Comune di Roma Assessorato alle Politiche Culturali e Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi 

Media partner: Nero magazine, Radio Lifegate
Artisti: 
Duncan Campbell, Anja Kirschner and David Panos, Renzo Martens, Deimantas Narkevicius, Hito Steyerl.
Intermezzo di Rossella Biscotti

26- 27 marzo 2011
Cinema Farnese Persol | Campo de’ Fiori, 56, Roma | Ingresso libero
Recounting, translating, sharing, reflecting, developing, transforming, revealing, disclosing, enchating. A film cycle, analizza il modo in cui il documentario affronta il mezzo narrativo, la costruzione delle storie e la trasmissione della storia e della realtĂ , attraverso i lavori di cinque acclamati artisti internazionali.
A film cycle è un mini festival di proiezioni di film e talk con gli artisti Duncan Campbell, Anja Kirschner and David Panos, Renzo Martens, Deimantas Narkevicius, Hito Steyerl. Ogni sessione è divisa in tre parti: la proiezione di un film dell’artista, un momento di confronto tra l’artista e il pubblico presente in sala, la proiezione di un film di un filmaker che è riconosciuto dall’artista come un punto di riferimento per il proprio lavoro. Prima dell’inizio di ogni film, sarà proiettato La cinematografia e' l'arma piu' forte di Rossella Biscotti, un’opera che spinge a riflettere sull’ambiguità dell’investimento politico ed economico in campo culturale.
Attraverso i lavori degli artisti selezionati, Afilm cycle ci spinge a domandarci a cosa affidare la memoria, come raccontare la storia, come riscriviamo il nostro passato e presentiamo diverse letture delle nostre tracce, come proteggiamo e trasmettiamo la singolaritĂ  di ogni vita in rapporto ai grandi cambiamenti economici, sociali e politici di cui siamo oggi testimoni.



MailFacebook
Newsletter
iten
MailFbTwitterVimeo